Scheda Prodotti - Medivet - Prodotti e Tecnologie per la Veterinaria

Domenica, 19 Novembre 2017
Italiano - English
Motore di Ricerca Prodotti
Seleziona una categoria:

SCHEDA PRODOTTO
LiverPak 500
Descrizione

LiverPak 500 pasta per uso orale
Per supportare la funzione epatica nei cani

LiverPak 500 pasta è appositamente formulato con ingredienti specifici per il fegato del vostro cane tra i quali S-Adenosil Metionina, Cardo Mariano, Carciofo, Carnitina, Colina e Antiossidanti.

S-adenosil metionina:
E‘ una molecola nucleotidica sintetizzata da tutte le cellule viventi. Deriva dalla metionina e ATP e ha diverse funzioni, una delle quali essenziale per la produzione di glutatione:

- Aumenta le concentrazioni di glutatione epatico

- Aiuta a mantenere la fluidità e la funzionalità della membrana plasmatica

- E‘ coinvolta in molti processi biochimici che possono aiutare a preservare la normale funzionalità della cellula epatica

Colina:
Ha un ruolo essenziale nel metabolismo dei lipidi a livello epatico. Previene l‘accumolo di lipidi nel fegato convertendo i lipidi in eccesso in Lecitina o aumentando l‘utilizzazione di acidi grassi nel fegato.

Carciofo:
Il carciofo appartiene alla famiglia del Cardo Mariano ed è importante perché aiuta a controllare i livelli dello zucchero nel sangue; le sue foglie inoltre, contengono la Cinarina, un polifenolo che esercita un‘azione epatoprotettiva, coleretica, colagoga, diuretica e antiossidante; la Cinarina agisce soprattutto a livello epatico, proteggendo le cellule del fegato, stimolando la produzione della bile, favorendo lo svuotamento della colecisti e stimolando il deflusso della bile nel duodeno.

Cardo Mariano:
E‘ usato sin dall‘antichità da medici ed erboristi per trattare alcune malattie del fegato e della cistifellea come le epatiti, la cirrosi, l‘ittero e per proteggere il fegato dall‘azione di sostanze tossiche e inquinanti, inclusi morsi di serpente, punture d‘insetti, avvelenamento da funghi e alcool (Ludvico, 2010). I numerosi studi farmacologici condotti sui principi attivi del Cardo Mariano, silimarina e silibinina, hanno evidenziato che queste sostanze hanno delle proprietà epatoprotettive, antiossidanti, antiinfiammatorie e antifibrotiche. Il Cardo Mariano stimola inoltre la biosintesi delle proteine e la rigenerazione delle cellule epatiche, ha proprietà galattogene ( stimola la produzione di latte nelle femmine in allattamento), antiossidanti e immunomodulanti.

Carnitina:
E‘ un derivato aminoacidico ad effetto nutritivo che interviene nel metabolismo lipidico dei mammiferi. In presenza di Carnitina le molecole dei grassi vengono trasportate all‘interno dei mitocondri affinché possano essere utilizzati a scopo energetico per la produzione di ATP. I grassi sono infatti una importante fonte di energia per tutti i tipi di muscoli e in modo particolare per il muscolo cardiaco. L‘utilizzazione dei grassi come sorgente energetica fa in modo che le riserve di glicogeno vengano risparmiate, evita la produzione di acidi lattici e quindi ritarda l‘insorgere della fatica.

Antiossidanti:
Hanno un ruolo particolarmente importante poiché prevengono l‘ossidazione a livello delle membrane sensibili; gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi e proteggono l‘organismo dalla loro azione distruttiva.

 

 

Quali sono le principali cause di problemi epatici nei cani?

I principali fattori che aumentano il rischio o lo sviluppo di epatopatie nei cani sono:

  • Età: molte malattie inclusa quella del fegato, sono molto comuni nei cani di età avanzata
  • Razza: alcune razze canine tra le quali i Dobermans, Rottweilers,Yorkshire Terriers e i Cocker Spaniels, sono più predisposte a sviluppare problemi epatici.
  • Alcuni farmaci così come altri fattori, possono danneggiare il fegato nei cani; tra questi:
  • Infezioni virali e batteriche
  • Sostanze velenose che i cani possono avere ingerito.
  • Flusso sanguigno alterato a livello epatico, dovuto a malattie cardiache o altre anomalie congenite.
  • NSAIDs ( farmaci antinfiammatori non steroidei): i cani con problemi epatici sottoposti a somministrazioni di NSAIDs, richiedono particolari attenzioni. I farmaci NSAIDs sono spesso impiegati come antidolorifici. Moltissimi cani e gatti ne ricevono ogni anno in grandi quantità per alleviare il dolore dopo un intervento chirurgico, a seguito di eventi traumatici, così come nella gestione del dolore cronico.
    Questi farmaci vengono spesso impiegati anche in cani adulti con problemi di artrite;
    in ogni caso, qualunque sia il motivo, è bene tenere sempre presente il rischio di effetti collaterali in caso di somministrazioni prolungate di NSAIDs: i problemi epatici e gastrointestinali sono fra gli effetti indesiderati più comuni quando il vostro cane fa uso di NSAIDs.

 

Attenzione ai sintomi di malattie epatiche
I sintomi in caso di epatopatie possono essere molto simili a quelli di altre condizioni patologiche. Se ne notate alcuni nei vostri cani, contattate al più presto il vostro veterinario di fiducia.
I sintomi ai quali si deve fare molta attenzione sono:

- Scarso appetito o perdita di appetito - Ittero - Vomito o diarrea - Produzione eccessiva di saliva -- Perdita di peso - Aumento della sete - Cambiamenti nel comportamento - Mancanza di energia o depressione.

Nota: in caso di epatopatia, i sintomi sono solitamente aspecifici e non facili da riconoscere.
Se il vostro cane dovesse smettere di mangiare consultate immediatamente il vostro Veterinario.
Il profilo epatico può essere valutato esaminandone gli enzimi attraverso un semplice esame del sangue.

 

Modalità d‘uso
LiverPak500 è facile da usare ed è adatto anche ai cuccioli dopo lo svezzamento.

- Cani Small - fino a 5Kg - 2 ml al giorno per 7-30 gg

- Cani Medium - da 5 a 23 Kg - 4 ml al giorno per 7-30 gg

- Cani Large - da 15 a 30 Kg - 6 ml al giorno per 7-30 gg

- Cani Very Large - oltre 30 Kg - 8 ml al giorno per 7-30 gg

 

Confezione

Siringa per uso orale da 60ml

Copyright © 2008 - 2014 Medivet S.n.c. Italia - Partita Iva 01100180502  |  Powered by Romyx